Stagioni e clima di Cracovia

Cracovia è una città bellissima, una tappa obbligatoria per qualunque appassionato di viaggi, purtroppo, però, ha una cattiva fama per quanto riguarda il clima. Ma sono proprio vere queste dicerie? In questo articolo dimostreremo che non è proprio così.

Clima e Castello del Wawel

Clima e Castello del Wawel

Iniziamo col suddividere la Polonia in due parti: il nord e il sud. Queste sono molto differenti tra loro, in quanto al nord c’è il Mar Baltico ed è prevalentemente pianeggiante, mentre a sud si sviluppa la catena dei monti Tatra. Queste due caratteristiche rendono il clima molto differente nelle due parti della Polonia. Iniziamo con l’inverno. Questa è la stagione più dura e la più sconsigliata per visitare il paese. Le temperature hanno una media che difficilmente supera gli 0 gradi, in particolare, lungo il Mar Baltico le temperature sono le più “alte”, intorno allo zero, ma diminuiscono non appena ci allontaniamo dal mare verso est o verso il sud. Al confine con la Bielorussia e la Lituania la temperatura media si aggira intorno a -4 gradi. Se andiamo verso sud ( Cracovia), le temperature diminuiscono ancora perché siamo lontani dal mare. Qui la media è di -7 gradi ma a volte si registrano temperature anche di -20 a causa dei venti freddi provenienti dalla Russia. Al contrario di quanto si possa immaginare, nella regione meridionale della Polonia l’inverno è la stagione più secca, ci sono poche precipitazioni soprattutto nei mesi di Gennaio, Febbraio e Marzo. Il clima è quindi poco ospitale, ma se siete degli amanti degli ambienti estremi allora questa è la stagione giusta: Cracovia e tutta la regione Malopolska offrono dei paesaggi fantastici immersi nel colore bianco del freddo e della neve. Fino a qui il mito del clima difficile non è stato ancora sfatato, ma ora tocca alle altre stagioni.

Dopo l’inverno è il turno della primavera: il periodo migliore per visitare Cracovia. Le temperature aumentano rimanendo comunque fresche, i turisti non sono tanti e la città è molto tranquilla. La primavera vera e propria arriva però solo a maggio, perché ad aprile possono ancora esserci rovesci di neve e basse temperature. In oltre in questo periodo, tra maggio e giugno, tutte le strutture sono aperte e ci sono un sacco di eventi a disposizione per i turisti. Le massime si aggirano tra i 15 e 20 gradi.

Arriviamo ora al momento più atteso dell’anno: l’estate. Se la zona settentrionale, quella del Mar Baltico, era la meno fredda, d’estate mantiene il suo temperamento mite diventando la zona più fresca: le massime sono 20-21 gradi a luglio ed agosto. Se ci spostiamo verso il sud le temperature aumentano arrivando fino a 25 gradi. L’estate è anche la stagione più piovosa, con precipitazioni frequenti e temporali pomeridiani frequenti soprattutto a sud ai piedi dei monti Tatra. Le giornate calde però non mancano, se il cielo è aperto e non ci sono nuvole il sole riscalda l’ambiente innalzando le temperature fino a 34/35 gradi! Dal punto di vista del clima è il periodo migliore e proprio per questo gli hotel sono sempre pieni e la città pullula di turisti da tutto il mondo (soprattutto italiani).

L’autunno è simile alla primavera: temperature piacevoli e poche persone. Dopo settembre però il clima diventa di nuovo freddo. Come possiamo notare, a parte l’inverno il clima di Cracovia e dell’intera Polonia non è così tanto inospitale, anzi le temperature sono fresche e piacevoli e vi consigliamo di farci un salto per sfuggire dal caldo torrido dei paesi mediterranei. 

Se volete informazioni riguardanti il clima consultate questo sito.

Se invece volete leggere altri articoli su Cracovia visitate il nostro blog sempre aggiornato.